Terzo turno AWR CUP

  
Il terzo turno della AWR CUP si è disputato nelle giornate di martedì e mercoledì andando a decretare la classifica del girone di andata.

Martedì si sono scontrati gli sfuggenti Skaven di NIGHT SORG contro i coriacei nani della A.S.FALTO.



La partita inizia con i ratti in attacco che cercano di sfruttare la loro velocità per trovare un buco nella massiccia difesa nanica.
L'ordinata difesa dei nani, disposta su due linee. non concede spazi e avanza lentamente stringendo l'avversario sempre di più verso il suo fondo campo.
L'attacco degli skaven cerca prima di passare tra le linee nemiche ma ottenendo poca ofrtuna sposta continuamente il baricentro del gioco cercando di far allargare le maglie della difesa nemica.
Il risultato alla fine del primo tempo rimane sullo 0 a 0.


L'intervallo di partita vede l'infermeria degli skaven particolarmente affollata.
Il secondo tempo riparte con i nani in posizione d'attacco che dopo il recupero della palla formano il pacchetto offensivo e avanzano lentamente ma inesorabilmente verso la meta.
Diversi gli attacchi degli skaven che non riescono però a bloccare l'avanzata degli avversari.


La partita finisce 1 a 0 per i Nani con gli Skaven ridotti particolarmente provati che però a fine partita riescono a recuperare tutti i loro giocatori.
Anche il risultato dei CAS è a favore della squadra di Nani 5 contro 1 degli Skaven.


La serata di mercoledì vede lo scontro al vertice tra gli Umani di AUTOPSY TABLE e gli Orchi dei  KNOCKOUT GREENSKINS entrambi con 4 punti.


La partita inizia con gli Orchi all’attacco che cercano di sfondare la ben organizzata difesa umana che ondeggia di fronte all’irruenza del pesante pacchetto centrale orchesco ma concede pochissimo spazio per l’avanzamento.
Gli Orchi sono  costretti a provare diverse soluzioni con il loro portatore di palla ma vengono abilmente bloccati dai difensori umani che subiscono alla fine del primo tempo una sola perdita provocandone una agli orchi.
Il secondo tempo inizia sul punteggio di 0 a 0 con gli umani in attacco che tengono il centro seppur soffrendo e manovrano con le seconde linee per trovare spazi verso la linea di meta.


Un umano con la linea difensiva ormai a terra trova al 6 turno un guizzo e il  suo ricevitore umano sfonda la linea passando tra ben 3 orchi e si prepara alla ricezione, il lanciatore effettua un lancio impossibile che risulta completo così come è completa la ricezione, il turno finisce con il ricevitore umano a poche casella dalla meta.
Durante il suo turno gli orchi recuperano le distanze e non potendo effettuare il blitz si portano a marcare il ricevitore.

Al 7 turno succede di tutto, i tifosi umai tutti in piedi sono pronti a gioire per la meta ma al ricevitore umano, tra lo stupore di tutti, non riesce lo smarcamento, cade e perde la palla effettuando turnover.
Subito gli orchi ormai rassegnati si riprendono, un blitzer raccoglie al palla e con un passaggio a mano la consegna al lanciatore che avanza ed effettua un lancio verso la fascia dove si trovano altri due blitzer completamente smarcati.
Il tiro riesce e così anche la ricezione che permette all’improvvisato ricevitore di avvicinarsi alla linea di meta con le spalle protette dal compagno di squadra.
L’ottavo turno vede l’umano impossibilitato all'azione difensiva in seguito all'aggressiva azione degli orchi che bloccano qualsiasi possibilità di movimento verso il portatore di palla.
Insperata e inattesa arriva la segnatura degli orchi che chiudono ottavo turno e partita in vantaggio di una meta.


Anche il risultato dei CAS è a favore degli Orchi che provocano 3 CAS contr 1 degli umani.
Gli orchi recuperano tutti i feriti mentre gli umani subiscono la perdita di un giocatore.












Share on Google Plus

About Eugenio Larosa

0 commenti:

Posta un commento